19Camb__0052

DOCENTI

Adriano Zago – Coordinatore della didattica – Laureato in Agraria presso l’Università di Padova, ed in Viticoltura ed Enologia presso l’Università di Montpellier, inizia a lavorare come responsabile dei vigneti alla Fattoria la Massa e al Castello dei Rampolla. Dai primi anni 2000 comincia l’attività di consulenza agronomica ed enologica, partendo dalla Toscana per poi estenderla all’Italia, l’Europa e USA. Parallelamente continua la sua attività di ricerca e docenza in Biodinamica collaborando con le Università di Padova, Firenze, Fondazione Mach, istituti ed associazioni internazionali.

Barbara Santilli – Nata a Roma ha vissuto in Canada, Scozia, Stati Uniti e Messico fino a 14 anni. Dopo la laurea magistrale in Relazioni Internazionali presso l’Università per stranieri di Perugia, con un periodo di un anno come studente presso l’Università di Washington a Seattle, inizia a lavorare a Roma nella comunicazione (Saatchi & Saatchi, Meet, Errepi) per poi continuare il percorso nel mondo del vino, curando le strategie marketing e comunicazione di importanti aziende (Castello di Montegiove, Trinoro, Passopisciaro, Avignonesi, Classica International, Markuzzi vino). Si occupa oggi di consulenza commerciale per aziende artigiane a conduzione naturale attraverso la Fine Root Selections, società di advisor per importatori di vino e cibo in tutto il mondo.

Pierluca Proietti – Affianca dal 1995 la sua attività di imprenditore agricolo con la collaborazione e consulenza presso istituti di ricerca e aziende (Università della Tuscia, CREA-Velletri, CIA), dapprima solo in ambito agronomico e gestionale (Ampelografia, Sistema di difesa naturali) per poi specializzarsi nella costruzione di strategie commerciali per aziende agricole. Parallelamente ha collaborato con la cattedra di Storia della Scienza dell’Università La Sapienza di Roma e con l’Istituto Enciclopedico Italiano (1998-2001). Ceo di Trinoro dal 2011 al 2013, ha collaborato con le Guide de L’Espresso per 6 anni. Oggi si occupa dei rapporti con gli importatori in Fine Root Selections.

Enzo Mescalchin – Ricercatore del dipartimento Sperimentazione e Servizi Tecnologici/Agricoltura Biologica della Fondazione Edmund Mach, ente di eccellenza da 140 anni nella ricerca e formazione in campo agroalimentare. Ha condotto studi sulla biodiversità aziendale e sulla sua misurazione.

Mario Malagoli – Professore associato di Biologia Vegetale presso la Scuola di Agraria dell’Università di Padova. Laureato in Scienze Agrarie presso l’Università degli Studi di Padova e Dottorato di ricerca in Scienze Chimiche Ambientali presso l’Università di Venezia. Autore di 120 pubblicazioni scientifiche in lingua Inglese in riviste Internazionali e libri, è  Responsabile scientifico di numerosi progetti di ricerca finanziati da Istituzioni Italiane ed Internazionali. Svolge attività di ricerca sulla nutrizione delle piante e la fertilità del terreno, l’ utilizzo delle piante per la fitodepurazione e sui metodi di coltivazione biologici e biodinamici.

Bernardo Conticelli – Nato a Firenze, laurea in Scienze Politiche con una tesi sulla legislazione vitivinicola europea, Master in Wine Marketing e Management dell’OIV con il quale ha viaggiato in oltre 24 paesi produttori. Tornato a Firenze, fa un’esperienza prima all’ufficio marketing del Consorzio Vino Chianti Classico poi presso la Regione Toscana – ARSIA. Nel 2010 vince lo Student Grant Great Wine Capitals Global Network e nel 2015 è nominato Ambasciatore dello Champagne in Italia dal CIVC. E’ autore di pubblicazioni e conferenze sul marketing del vino e geografia vitivinicola internazionale, e docente in corsi di degustazione per professionisti ed appassionati. Proprietario di Vinifocus Wine Consulting, ha collaborato con Le Guide di Repubblica per la Toscana ed è Project Manager Italia per Bettane+Desseauve. Socio fondatore di Bere Bene SAS, società di importazione di vini italiani in Francia, vive tra Firenze e Parigi.

Giampaolo Gravina – Laureato in Filosofia con Emilio Garroni, è stato collaboratore di lungo corso del prof. Edoardo Ferrario per la cattedra di Estetica all’Università Sapienza. Si occupa di vino da oltre 20 anni: ha aperto un locale a Roma (Uno e bino), condotto una rubrica a Radio3 Rai (Puri spiriti) e lavorato per quindici anni come vice-curatore della Guida I Vini d’Italia de l’Espresso, fino al 2015. Oggi insegna Estetica del vino al Master in Wine Culture dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e al Master in Filosofia del cibo e del vino dell’Università Vita & Salute di Milano. Con Camillo Favaro ha scritto le due edizioni di Vini e terre di Borgogna (ArteVino); con Armando Castagno e Fabio Rizzari, dopo aver pubblicato i libri Vini da scoprire e La riscossa dei vini leggeri (Giunti), ha recentemente dato alle stampe un piccolo repertorio di Vini Artigianali Italiani (Paolo Buongiorno Editore).

Fabio Pracchia – Laureato in Lettere è vice curatore della Guida di Slow Wine. Wine judge in numerosi concorsi internazionali, scrive per la rivista Cook_Inc. ed ha collaborato per anni con la Guida del Gambero Rosso. Autore de I sapori del vino, testo in cui rimette al centro il valore del gusto nel racconto del vino, arriva al giornalismo dopo un’esperienza pluriennale in vigna (Tenuta di Valgiano) e in enoteca (Vanni, a Lucca). 

Elisabetta Foradori – Diplomata all’istituto San Michele all’Adige, dal 1985 è alla guida dell’azienda di famiglia a Mezzolombardo (TN), dove lavora secondo i principi dell’agricoltura biodinamica dal 2002 e dove vinifica principalmente Teroldego, Nosiola e Manzoni bianco. Sempre nel 2002 fonda l’azienda biodinamica Ampeleia, a Roccatederighi (GR), insieme a Thomas Wildmann e Giovanni Podini. Fa parte del gruppo di vignaioli I Dolomitici. E’ tra le figure femminili del vino Italiano di maggiore spicco a livello internazionale.

Arianna Occhipinti – Laureata in Enologia presso l’Università di Milano, a 22 anni fonda l’azienda che porta il suo nome, a Vittoria (RG), dove coltiva Nero d’Avola e Frappato, secondo il metodo biodinamico dal 2009. Autrice del libro Natural Woman dove racconta la sua storia, è una figura centrale della nuova generazione dell’enologia italiana.

Slawka Scarso – Consulente di marketing e comunicazione del vino e collabora con aziende vitivinicole e agenzie pubblicitarie. È docente di marketing del vino presso i master della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, dello IUSVE di Venezia, dell’Università di Scienze Enogastronomiche di Bra e della Fondazione Mach di San Michele all’Adige. È autrice del best seller Marketing del Vino. Dalle etichette ai social network la guida completa per promuovere il vino e il turismo enogastronomico (LSWR) e del blog www.marketingdelvino.it.

Aldo Fiordelli  – Giornalista fiorentino, membro del comitato di direzione della Guida de L’Espresso, scrive per Decanter del quale è anche giudice ai Decanter world wine awards e collabora con il Corriere Fiorentino e Civiltà del bere. Ha scritto cinque libri (l’ultimo sulla Fiorentina: osti, macellai e vini della vera bistecca).

Con la partecipazione di

Castello del Trebbio, Banca Etica, Fondazione Le Madri, Demeter Italia, Renaissance des Appellations Italia, Vini di Vignaioli, Università degli studi di Padova, Fondazione E. Mach, Lucca Biodinamica, FIVI, Vi.Te Vignaioli & Territori, Arena Biodinamica, A.VE.PRO.BI, Professione Biodinamica, Terra Nuova Edizioni, Apicoltura Patrizi, EcoDyn, Marcopolo Environmental Group, Olianas, Tenuta Casadei, Elisabetta Foradori, Arianna Occhipinti, Le Macchiole, Avignonesi, Podere Còncori, Tenuta di Valgiano, Alois Lageder, Fabbrica di San Martino, Terre di Giotto, Ampeleia, Col d’Orcia, Ceretto, 1701 Franciacorta, Podere Le Boncie, Castello dei Rampolla, I Cacciagalli, Montinore Estate, Beckham Estate, Terroir al Limit.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close